Tu sei qui

Eccellenze alla 47^ edizione del VINITALY

Due riconoscimenti importanti alla Scuola enologica di Cividale del Friuli che ha partecipato al 2° Concorso enologico degli Istituti Agrari d’Italia, indetto dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

L’evento è stato realizzato con la collaborazione dell’Associazione Enologi Enotecnici Italiani (Assoenologi) che si è assunta la responsabilità dell’esecuzione tecnico operativa del Concorso. La selezione ha avuto sede presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Concorso, riservato solo ai vini a denominazione di origine e a indicazione geografica tipica e ai vini spumanti prodotti unicamente dagli Istituti di istruzione tecnica, si è proposto di evidenziare le migliori produzioni, sensibilizzando gli Istituti verso sempre maggiori livelli qualitativi, stimolando così una più rispondente didattica formativa.

La cerimonia di apertura e di presentazione del 2° Concorso Enologico Istituti Agrari d’Italia si è svolta nel mese di marzo nella sala Cavour del Ministero, in cui il dott. Stefano Vaccari, Direttore Generale per la promozione della qualità agroalimentare del Ministero ha presentato la Selezione illustrandone le finalità.

Un vino rosso e un vino bianco, dunque, si sono meritati l’ambito premio tra 51 campioni presentati e 23 Istituti in rappresentanza di 14 Regioni italiane.

Ogni vino è stato analizzato da due commissioni differenti, che hanno redatto dieci documenti di valutazione.

Il tutto è avvenuto secondo il metodo di valutazione Union Internazionale des Oenologues, ottenendo la qualificazione di “Ottimo” e, pertanto, i due vini si sono fregiati del riconoscimento di qualità stabilito dal regolamento del Concorso.

Presidente delle commissioni di valutazione è stato il direttore generale di Assoenologi, nonché presidente del Comitato nazionale vini del Dicastero dell’agricoltura, Giuseppe Martelli. I commissari hanno compilato, complessivamente, 510 schede di valutazione e attribuito 7.200 giudizi parziali.

Le premiazioni dei vincitori si sono svolte in occasione dell’evento veronese, conclusosi recentemente dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali,  Mario Catania.

Un prestigioso risultato dunque, quello conseguito dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Paolino D’Aquileia” di Cividale che non è nuovo a queste imprese; ricordiamo la qualificata serie di premiazioni che negli ultimi anni lo ha visto protagonista nel corso delle edizioni del Concorso Nazionale “Bacco e Minerva”, riservato a tutti gli Istituti Agrari sia Tecnici che Professionali.

E’ il caso di dire che l’Istituto rappresenta per la Regione FVG un’eccellenza nel settore vitivinicolo, appartenendo agli 11 Istituti Tecnici d’Italia in cui è presente la specializzazione in viticoltura ed enologia che lo scorso 2012 ha compiuto 30 anni di vita.

Un traguardo che ha registrato tappe significative di questa scuola enologica, perché in questi anni ha concretizzato un’azione formativa di prim’ordine nel settore produttivo della nostra regione, consentendo agli imprenditori vitivinicoli friulani, nati nella scuola cividalese,  il raggiungimento di risultati di spicco nei mercati di tutto il mondo e tra quelli più  competitivi e più apprezzati non solo per le qualità dei vini che producono, ma anche per la loro professionalità e serietà esemplare, distintivi talvolta ineguagliabili della nostra gente.

Sito realizzato da ISIS Paolino d'Aquileia, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici.
webmaster: tauro@paolinodaquileia.gov.it