Tu sei qui

Azienda Agraria

Azienda Agraria

L’azienda agraria è uno strumento didattico fondamentale per la preparazione dei periti agrari, un luogo dove si affrontano problemi concreti ed un catalizzatore primario di attività interdisciplinari. L’azienda inoltre costituisce un patrimonio che è destinato per sua natura e funzione alla produttività e che quindi deve essere amministrato secondo criteri economici; anche il perseguimento di una maggior rendita agricola rappresenta un elemento significativo per arricchire e consolidare le capacità e le competenze tecnico-professionali degli studenti.
L’ azienda agraria si sviluppa su una superficie di oltre 21 ettari e comprende:

  1. Il centro aziendale
    Il centro aziendale comprende l’edificio adibito al ricovero delle macchine ed attrezzi e allo stoccaggio dei prodotti, lo stabilimento enologico e la stalla dove si allevano bovini di razza Pezzata Rossa Italiana in stabulazione libera e fissa, con indirizzo produttivo a latte. La preparazione delle razioni alimentari viene realizzata nell’ambito aziendale, utilizzando le produzioni dei seminativi. Inoltre è prevista la realizzazione di un allevamento suinicolo e di un’area-laboratorio dedicata alla lavorazione delle carni.
  2. I seminativi
    I seminativi aziendali interessano un corpo unico di circa 14 ettari. L’impostazione gestionale privilegia l’aspetto didattico a supporto dei corsi di Coltivazioni Erbacee e di Esercitazioni Aziendali, con una suddivisione in 21 unità parcellari omogenee sotto il profilo pedologico.
    Sono coltivati cereali autunno-vernini (frumento tenero e duro, orzo distico e polistico, triticale, avena, segale) per la produzione di granella ed insilati primaverili-estivi (mais, sorgo da sfalcio, granella e insilato), proteo-oleaginose (soia, girasole, colza), leguminose da granella (pisello), foraggere, in coltura principale o ripetuta. L’impostazione tecnica ed i principali parametri vegeto-produttivi sono eseguiti con rilievi sperimentali idonei. La collaborazione con ditte sementiere consente di seguire gli aggiornamenti varietali con testatura di linee già commercializzate o in fase di sperimentazione.
    Nel corso dell’a.s. 2013/2014 verrà realizzato l’impianto di irrigazione a supporto delle coltivazioni aziendali offrendo agli studenti notevoli occasioni di approfondimenti tecnici.
  3. Le colture protette
    In strutture tecnologicamente avanzate, pari a 1200 metri quadrati di superfici coperte e riscaldate, si effettuano colture dimostrative di piante ornamentali, da orto e officinali.
    Il comparto “colture protette“ è dotato anche di una serra computerizzata e di un laboratorio di micropropagazione per la riproduzione di piante ornamentali.
  4. I vigneti
    La specializzazione in viticoltura ed enologia sottolinea l’importanza del comparto nell’economia regionale e la posizione di privilegio in campo nazionale riconosciuta alle aree collinari in cui l’Istituto ha sede. L’Istituto possiede diversi vigneti specializzati. In un recente impianto sperimentale, in collaborazione con l’Università degli Studi di Udine, vengono condotte prove parcellari. I principali parametri vegeto-produttivi vengono rilevati ed elaborati statisticamente, con evidente utilità sotto il profilo didattico nonché per il settore scientifico e produttivo in generale.
  5. I frutteti
    L’interesse nei confronti della frutticoltura specializzata è evidente anche in ambito regionale; l’area del cividalese e delle Valli del Natisone vanta addirittura una vocazione storica al riguardo. Pertanto nell’Istituto si sono realizzati impianti, con particolare riferimento al melo, con la finalità di sviluppare tecniche innovative di allevamento e produzione e di ottimizzare gli interventi fitosanitari. Sono allevate cultivar standard ed altre ancora in fase di sperimentazione su diversi portinnesti.
    Quest’anno sarà avviata la realizzazione di un nuovo impianto produttivo che andrà gradualmente a sostituire quello originario.
  6. L'oliveto
    L’oliveto è stato impostato a scopi sperimentali nel 1991 su proposta dell’Ente Regionale di Sviluppo Agricolo del Friuli Venezia Giulia al fine di individuare cloni resistenti al freddo e di verificare le caratteristiche organolettiche dell’olio.
  7. Il caseificio
    Il Laboratorio Caseario, grazie al quale l’Istituto mette a disposizione degli studenti un ulteriore ambito di esperienza e di sperimentazione, oltre che di produzione aziendale, offre altresì al territorio nuove opportunità per la formazione e l’aggiornamento in questo settore con l’apertura all’ utenza esterna.
    Questa importante realtà viene utilizzata a livello didattico per migliorare la comprensione delle varie tematiche affrontate e per traferire in aspetti pratici quanto appreso a livello teorico.

Sito realizzato da ISIS Paolino d'Aquileia, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici.
webmaster: tauro@paolinodaquileia.gov.it